Supermetabolismo

Se si vuole perdere peso senza fare grandi sacrifici e mangiando senza soffrire la fame, allora si può scegliere di seguire la dieta del supermetabolismo.

L'assunto sul quale si basa questa dieta è mangiare tutto, eccetto alcuni alimenti che vedremo di seguito, senza badare alle calorie e quindi anche alle quantità. Questo non significa dare libero sfogo a tutti i cibi consentiti esagerando nelle porzioni, ma seguendo un piano alimentare basato su 3 fasi con un programma che dura 28 giorni.

Gli alimenti che devono essere tassativamente evitati durante le 4 settimane sono tutti i tipi di zucchero, anche i dolcificanti eccetto lo xilitolo (che comunque deve essere preso con parsimonia perché ha i suoi effetti collaterali) e la stevia, la farina, i latticini e i grassi, specialmente quelli animali.

La perdita di peso che si può raggiungere in 28 giorni è di circa 5 chili.

La prima fase della dieta del supermetabolismo dura 2 giorni e prevede di mangiare carboidrati integrali e zuccheri semplici, contenuti per esempio nella pasta, nel pane, nei crackers, e in alcuni frutti. L'associazione di carboidrati e zuccheri anche della frutta sono importanti, perché evitano che scatti quello stato di nervosismo e di stress legato al pensiero della dieta stessa. Mettono quindi di buon umore e danno energia. E' un espediente che serve per gratificare il palato.

Quando si parla di carboidrati bisogna però evitare quelli a base di grano duro.

Un esempio di menu per i due giorni dedicati in particolare a carboidrati e zuccheri della frutta è, per la colazione, un frullato di frutta con avena, mentre per lo spuntino di mezza mattinata vanno bene 2 frutti. A pranzo riso integrale con pollo grigliato, uno spuntino con un frutto, e per la cena insalata di tonno, un frutto e una porzione di verdura.

La seconda fase consiste nell'assumere prevalentemente proteine attraverso la carne, il pesce, e gli affettati magri come la bresaola, il prosciutto crudo e cotto e anche considerevoli quantità di verdure a foglia larga verde scuro. Questa è la fase che punta principalmente a liberarsi dai grassi in modo più agevole. Anche questa fase dura due giorni e per fare un esempio di dieta del supermetabolismo per l'assunzione di proteine, potreste fare una colazione salata con due uova sode o fatte a omelette. Prediligete anche solo gli albumi che sono la parte dell'uovo più ricca di proteine mentre il tuorlo contiene dei grassi.

Lo spuntino di metà mattinata può essere fatto con due fette d'insaccato come la bresaola, mentre il pranzo potrebbe essere composto da una fettina di carne con contorno di verdure, come per esempio gli spinaci.

Per la merenda del pomeriggio va bene dell'affettato. Per la cena una fettina di tacchino e verdure grigliate, come melanzane o zucchine.

La terza fase dura 3 giorni e si possono mangiare tutti gli alimenti che sono previsti da questo regime alimentare. Si possono quindi creare delle combinazioni di cibi delle due fasi precedenti. Bisogna mangiare comunque 5 pasti al giorno, ingerendo qualcosa più o meno ogni 3-4 ore, esclusa la notte. Non sono concessi spuntini extra.

La colazione deve essere fatta a mezz'ora dal risveglio perché il metabolismo dev'essere tenuto fin da subito in attività.

Bisogna associare attività fisica almeno 3 volte a settimana e non saltare mai i pasti.

TiBioNa Italia © 2001 - 2018 - Bongiovanni Srl - Via case molino di Pogliola 2 - Villanova Mondovì - Cn - Tel. 0174 060007 Cell. 366-6260162- Rea CN 111928 - Cap. Soc. 50.000€ i.v - P.IVA e C.F 00602720047